Home arrow Psicologia di frontiera - II arrow La registrazione delle "Voci": dialoghi con l'Aldil (3)
La registrazione delle "Voci": dialoghi con l'Aldil (3) PDF Stampa E-mail
Terza ed ultima parte dell'esperienza di registrazione delle "Voci". (12 Dicembre 1994 - 28 Maggio 1995) 12 dicembre 1994 (ore 12.30)
D. Un saluto. Sto continuando a scrivere il libro sulle "voci". Chiedo di essere illuminato.
R. "Noi siamo qui con te" (A-IV, n 21, l. A, 250-1)
"Certo. Certo" (A-I, n 21, l. A, 257-8)
D. vero che subito dopo la morte vengono incontro anime di parenti e l'Essere di luce?
R. "Gi detto", "Do, mi, do", "Fatto" (A-I, n 21, l. A, 265, 273, 284)
"Tutti i parenti con te" (A-III, n 21, l. A, 292-3)
D. Chiedo conferma.
R. "Si", "Noi tutti" (A-I, n 21, l. A, 295, 302)
"Orologio" (A-IV, n. 21, l. A, 304)
"Sono qui", "Mamma tua" (D o B?, n 21, l. A, 309, 312)
"Riposa la tua testa" (A-IV, n 21, l. A, 317-8)
"Tutto" (A-IV, n 21, l. A, 320)
"Di qui" (B-II, n 21, l. A, 321)
Qualcuno dei messaggi come "orologio" si spiega col fatto che dovevo scendere gi per andare a prendere la bambina a scuola (me l'hanno dovuto ricordare!) e "Riposa la tua testa" perch quella mattina ero molto raffreddato e per giunta con un forte mal di testa.

12 dicembre 1994 (ore 11.30)
D. Chiedo un giudizio su quanto si va affermando sul paranormale in TV ( la trasmissione "Misteri").
R. "Gi detto" (A-I, n 21, l. A, 334)
"Lascialo far" (B-II, n 21, l. A, 337)
"Certo", "Tutto. Tutto" (A-I, n 21, l. A, 344, 347, 350)
"Qui" (A-II, n 21, l. A, 360)

16 dicembre 1994 (ore 9)
Accendo il registratore senza porre domande.
R. "Tu risorgi", "Risorgi. Si" (A-III, n 21, l. A, 420-1, 433-4)

17 dicembre 1994 (ore 19.30)
Accendo senza porre domande.
R. "Santo. Tu" (A-I, n. 21, l. A, 446)
"Si" (A-III, n 21, l. A, 455)
Due schiocchi di bacio ( n 21, l. A, 445)
"Santo" (A-I, n 21, l. A, 467)
D. Chiedo aiuto a sostenermi nelle difficolt.
R. "Ti aiutiamo" (A-III, n 21, l. A, 488)
Uno schiocco di bacio (n 21, l. A, 492)
"Vicino" (B-II, n 21, l. A, 497)
"Siamo" (A-III, n 21, l. A, 507)

22 dicembre 1994 (ore 18.30)
D. Senza domanda.
R. "Si, risorgi" (A-III, n 21, l. A, 521)
"Son qui. Tu perch non mi chiami pi? Lino" (B-II, n 21, l. A, 526-8)
D. Senza domanda.
R. "Lino" (B-II, n 21, l. A, 597)
"Sveglio", "Da te" (A-I, n 21, l. A, 646,677)

25 dicembre 1994 (ore 23)
D. Domani l'onomastico del mio bambino Stefano.
R. "Si. Auguri, Stefano" (A-IV, n 21, l. B, 99-100)
"A Stefano" (A-III, n 21, l. B, 113)
"Auguri" (A-IV, n 21, l. B, 117)
"Stefano, auguri" (B-IV, n 21, l. B, 123)
D. Grazie per gli auguri.
R. "Prego", "Lino" (A-I, n 21, l. B, 134, 136)
"Grazie" (A-III, n 21, l. B, 140)
"A te" (A-I, n 21, l. B, 141)
"Noi preghiamo" (A-IV, n 21, l. B, 143)
"Tutti. Si" (B-II, n 21, l. B, 147)
"Lino, noi preghiamo per te", "Noi tutti qui" (A-IV, n 21, l. B, 150, 160)
D. Vogliateci sempre bene.
R. "Bene. Bene" (A-IV, n 21, l. B, 169,172)
"Noi qui ti difendiamo" (G-IV, n 21, l. B, 179-80)

28 dicembre 1994 (10.45)
D. Buona notte. Proteggeteci sempre.
R. "Santo" (A-I, n 21, l. B, 276)
"Noi ti proteggiamo sempre" (A-III, n 21, l. B, 289-91)
Schiocco di bacio (n 21, l. B, 307)

29 dicembre 1994 (ore 21.30)
D. Chi ha dato lo schiocco di bacio ieri sera?
R. "Ettore", "Ettore" (A-IV, n 21, l. B, 356, 359)
" stato Ettore" (A-III, n 21, l. B, 361)
"Si" (B-I, n 21, l. B, 367)
"Ettorino" (A-IV, n 21, l. B, 374-5)
"Cos" (B-II, n 21, l. B, 377)
N.B. Mio padre, come gi riferito molte volte, si chiamava Ettore!

31 dicembre 1994 (21.30)
Auguro il buon anno.
R. "Auguri" (A-IV, n 21, l. B, 454)
"Si. Salute a tutti. Auguri a te" (B-II, n 21, l. B, 456)
"Auguri (a) tutti" (A-I, n 21, l. B, 470)
"Angelo son" (?) (A-IV, n 21, l. B, 480)
D. Ringrazio.
R. "Prego", "Auguri. Auguri" (A-I, n 21, l. B, 494, 510)

4 gennaio 1995 (ore 13.15)
D. Chiedo una spiegazione su una precedente registrazione non tanto chiara.
R. "Santo", "Devi essere pi buono", "Pi buono" (A-IV, n 21, l. B, 610,612, 628)

6 gennaio 1995 (ore 13)
D. Perch molti hanno paura di queste esperienze?
R. "Tu non aver paura", "Tu non aver paura", "Siamo vicini" (A-III, n 22, l. A, 24, 25, 27)
"Si" (A-I, n 22, l. A, 28)
"Non turbarti" (A-III, n 22, l. A, 30)
D. possibile sapere di chi la "voce"?
R. "No. Non posso" (A-I, n 22, l. A, 33)
"Vengo io. Vengo io" (B-II, n 22, l. A, 34-5)
D. Di chi la "voce" di bambino?
R. "Gino (o Lino?). Io sono qui" (B-II, n 22, l. A, 44-6)
"Fratellino" (B-II, n 22, l. A, 47)
D. Gli chiedo se parla spontaneamente o se inviato da Dio.
R. "Dio " (G-IV, n 22, l. A, 101)
"Con te" (A-IV, n 22, l. A, 116)
"Con te" (A-IV, n 22, l. A, 118)
D. Che ne pensate della caotica situazione italiana?
R. "Che schifo. Si" ((B-II, n 22, l. A, 127)
"Lino, tab" (A-IV, n 22, l. A, 129, 154)
D. Che volete dire?
R. "Certo", "Dubiti tu" (A-IV, n 22, l. A, 166, 169-70)
"Certo" (A-III, n 22, l. A, 172-3)
"Tu" (B-IV, n 22, l. A, 174)
"Certi" (A-IV, n 22, l. A, 176)
"Male" (B-IV, n 22, l. A, 180)
"Male" (A-IV, n 22, l. A, 183)
D. "Che schifo" detto da voi o da mio figlio (che stava in un'altra stanza)?
R. "Nostro" (A-IV, n 22, l. A, 197)

8 gennaio 1995 (ore 16)
D. Chiedo un consiglio tecnico per eliminare il fruscio.
R. "Voce", "L da te" (B-I e II, n 22, l. A, 205, 206)
D. Ho inserito il nuovo microfono.
R. "Si, grazie di tutto" (A-I, n 22, l. A, 224-5)
"Grazie" (B-II, n 22, l. A, 227)

28 gennaio 1995 (ore 18.30)
Senza domanda.
R. "Siamo qui" (A-III, n 22, l. A, 371)
"Contenti, Lino" (A-I, n 22, l. A, 377, 408)
D. Chi ha parlato?
R. "Ettore" (A-I, n 22, l. A, 440)
D. Desideri qualcosa?
R. "Grazie" (A-I, n 22, l. A, 449)
D. Di che natura la vostra energia?
R. "Energia siamo" (A-I, n 22, l. A, 459)
"Energia" (B-II, n 22, l. A, 467)

13 febbraio 1995 (ore 19)
Senza domanda.
R. "Nicodemo" (A-I, n 22, l. A, 618)
D. Chiedo spiegazione.
R. "Hai capito", "Eli" (B-II, n 22, l. A, 625)
D. Di chi si tratta?
R. "Rilassati. Hai risposto tu" (B-II, n 22, l. A, 645)
Francamente non so rendermi ancora oggi conto di cosa voglia significare questa registrazione.

24 febbraio 1995 (ore 14.45)
Da tempo cercavo un libro, e precisamente il "Quaternus Excadenciarum" di Federico II. Avevo rovistato tutta la libreria, quella dei bambini, altri ripostigli: niente da fare. Accendo il registratore e pongo la domanda sul dove poter rintracciare il libro.
R. "Dietro" (A-III, n 22, l. B, 68)
Mi giro rapidamente indietro e il libro stava proprio dietro di me, un po' nascosto nello scaffale!

4 marzo 1995 (ore 15)
D. Nell'Aldil l'attivit creativa e conoscitiva si sviluppa sempre?
R. " vero" (A-I, n 22, l. B, 178)
Tralascio tutta una serie di risposte che riguardano la mia vita privata.

7 marzo 1995 (ore 15.30)
D. Saluto tutti. Vado a riposare.
R. "Da noi tutti" (B-IV, n 22, l. B, 470)
"Si" (B-II, n 22, l. B, 477)
"A te" (B-I, n 22, l. B, 480)
D. Di concreto cosa fate nell'Aldil?
R. "Gi te l'ho detto" (B-I, n 22, l. B, 488)

8 marzo 1995 (ore 14.50)
D. Oggi la festa della donna.
R. "Auguri" (A-I, n 22, l. B, 522)
D. Cosa ne pensate della teoria di J. Charon, dell'elettrone cio dotato di psichismo?
R. "Non tanatotropia" (B-I, n 22, l. B, 540)
Una parola composta greca sulla bocca di un bambino! Non quindi "la morte del movimento e delle forme"!
D. Avete un bellissimo corpo, oltre che non essere morte dell'energia?
R. "Si" (B-II, n 22, l. B, 572)
"Certo" (A-I, n 22, l. B, 575)

11 marzo 1995 (ore 15)
Mi viene l'idea (e il desiderio) di chiedere un autografo. Alla domanda segue una serie "curiosa" di registrazioni, del cui significato solo alcuni giorni dopo son riuscito a percepire il senso.
R. "Non che mi dai la mano", "Si", "Mano", "Io scrivo" (B-II, n 23, l. A, 28, 31, 32, 46)
"Certo , qua" (A-I e B-II, n 23, l. A, 55 e 64)
D. Chiedo spiegazione.
R. "Trentacinque", "Su, su" (A-I, n 23, l. A, 71, 72-3)
"Li", "Bravo", "Lino, io ci ho messo il nome" (B-II, n 23, l. A, 74, 75, 76)
"Si, anch'io" (A-I, n 23, l. A, 77)
"Pap sta qui", "Bene" (B-II, n 23, l. A, 78, 82)
"Grazie" (A-IV, n 23, l. A, 84)
"Mamma sta accanto" (B-II, n 23, l. A, 86)
"Qua non si mai fatto niente" (A-III, n 23, l. A, 89-90)
"Mamma tua" (B-II, n 23, l. A, 91)
"Si" (A-I, n 23, l. A, 91)
D. Chiedo ulteriori spiegazioni sul titolo del libro.
R. "Deserto", "Deserto" (A-I, n 23, l. A, 108, 111)
"Sta pi in l", "Si" (B-II, n 23, l. A, 114, 122)
"Traduchi"(?), (A-III, n 23, l. A, 132)
D. Non capisco.
R. "Pensaci" (B-II, n 23, l. A, 146)
D. Ancora non capisco.
R. "Frammenti" (B-II, n 23, l. A, 148)
"Frammenti" (A-I, n 23, l. A, 150)
"Per oggi stacca" (A-III, n 23, l. A, 171)

12 marzo 1995 (ore 15)
Insisto sul tema dell'autografo.
R. "Non c'", "Notte, notte" (A-I, n 23, l. A, 179, 181-2)
"Hai avuto qua", "Perch non prendi il tuo...", "Dentro guardare, non la luna" (B-II, n 23
l. A, 206, 206-7, 208)
Riflettendo bene sull'episodio dell'autografo, in realt mi metto a frugare tra i libri. Trovo a p. 35 della mia vecchia silloge di poesie "Alla ricerca dell'Infinito" una lirica intitolata "A mio padre", come pure a p. 35 di una mia raccolta di pensieri (ancora inedita) vi trovo una riflessione sul 1 anniversario della morte di mio padre. Pi non ho visto. Con molta probabilit la "voce" mi voleva invitare a "guardare dentro" di me: era l che vi aveva scritto il suo nome. Un segno di grande amore: questo, forse, il senso di tutto l'episodio?
D. Senza domande.
R. "Auguri da noi a te" (A-I, n 23, l. A, 226-7)
"T'accodi con noi" (A-I, n 23, l. A, 227)

2 aprile 1995 (ore 24)

ospite a casa una mia zia materna, suora missionaria in Argentina. Desidera inviare i suoi saluti alla sua mamma (mia nonna Giovannina).
R. "(Gio)vanna...si" (A-III, n 23, l. A, 308)

6 aprile 1995 (ore 14)
D. Chiedo cosa ne pensano delle tante lacrimazioni della Madonna.
R. "Non vero" (A-IV, n 23, l. A, 321)
"Vero" (B-II, n 23, l. A, 321)
D. Chiedo spiegazioni perch la risposta mi sembra contraddittoria.
R. "Sveler tutto" (A-I, n 23, l. A, 331)
"Vero" (B-II, n. 23, l. A, 347)
"Tu non ci devi..." (A-IV, n 23, l. A, 351)
D. Chiedo chiarimenti.
R. "Grato", "Non vero", "Non cos", "No, Lino" (A-I, n 23, l. A, 362, 372, 384, 388)
D. Chiedo cosa ne pensano del libro di F. Brune (I morti ci parlano)
R. "Credere, credere" (A-I, n 23, l. A, 407-410)
"Tu devi credere, s, noi siamo..." (B-IV, n 23, l. A, 418-20)
D. Un caro abbraccio al mio fratellino Gino.
R. "Si, t'assisto", "Tanto, si", "Lino" (B-I, n 23, l. A, 424, 431, 434)
"Si, sempre" (A-III, n 23, l. A, 438)
"Ti assisto" (B-IV, n 23, l. A, 444)
D. Chiedo aiuto per la rivista culturale, che intendo mettere su.
R. "Certo", "T'aiuto" (B-II e IV, n 23, l. A, 456, 491)
"Contento" (A-III, n 23, l. A, 495)
D. Ringrazio.
R. "Contenti di te" (A-I, n 23, l. A, 514)
"Prega", "Chiama", "Mamma ha aspettato. Qui pap", "Grazie" (B-II, n 23
514, 519, 524, 530-1, 538)
D. Do un bacio ai miei cari.
R. "Grazie" (A-I, n 23, l. A, 546)
"Guardi" (A-IV, n 23, l. A, 556)
"Cielo" (B-II, n 23, l. A, 558)

10-11 aprile 1995 (ore 22)
la prima prova che tento per radio (il mio transistor Sony), che nel frattempo sintonizzo su una stazione straniera (Slovenia, om, kHz 6).
R. "Disservizio attira benedetto diverso da te" (A-I, n 23, l. A, 594)
"Slittate pi qua" (A-I, n 23, l. A, 684)
"A transistor...considerate le duc" (?), (D-I, n 23, l. A, 686)
"Sono con te" (A-III, n 23, l. A, 693)
"Mamma, io qua" (D-I, n 23, l. A, 703)
"Ecco, tu non la vedi" (D-II, n 23, l. A, 717)
" cos" (A-III, n 23, l. A, 718)
" certo" (D-II, n 23, l. A, 720)
Sposto il selezionatore di stazione su varie frequenze.
R. "Non funziona ancora" (A-I, n 23, l. B, 47)
"Buona notte" (!), (A-I, n 23, l. B, 55)
Posiziono il selezionatore su 12 kHz ("le duc"= dodici?)
R. "Continui cos" (A-I, n 23, l. B, 68)
"Lasciala l" (D-I, n 23, l. B, 69)

12 aprile 1995 (ore 23). Per radio.
R. "Lino, scendendo...Scendendo di qua...Dodici" (A-I, n 23, l. B, 127)
"Pap" (A-I, n 23, l. B, 134)

15 aprile 1995 (ore 14.30). Riprendo con il registratore.
Senza domande.
R. "Tanti auguri" (B-II, n 23, l. B, 159-60)
D. Ricambio.
R. "Si" (B-II, n 23, l. B, 167)
"Fidati ( o spicciati ?) tu" (A-I, n 23, l. B, 173)

30 aprile 1995 (ore 16)
D. Mia zia A. . dovendo partire per l'Argentina, invia tanti saluti.
R. "Che se ne va?" (B-II, n 23, l. B, 204)
"Auguri, zia...Argentina" (B-II, n 23, l. B, 209)

1 maggio 1995 (ore 20)
Accendo il registratore senza porre domande e vengono incise le parole:
R. "Bonomio" (?), (A-III, n 23, l. B, 251)
"Sono qui con voi" (A-I, n 23, l. B, 253)

9 maggio 1995 (ore 13)
D. Oggi il compleanno del mio bambino (Stefano).
R. "Tanti auguri, Stefano, oggi festa anche per noi" (A-IV, n 23, l. B, 269-71)
"Contenti" (A-III, n 23, l. B, 275)
"Contenti un'altra volta" (A-IV, n 23, l. B, 276)
"Stefano" (B-II, n 23, l. B, 279)
"Lino, qui ti vedo, non sei pi tu da solo" (B-II, n 23, l. B, 280)
"Si, amico mio" (B-II. n 23, l. B, 281)
"Con te un'altra volta" (B-II, n 23, l. B, 288)

17 maggio 1995 (ore 9.30)
D. Ho terminato di scrivere il libro.
R. "Grazialo (?), Lino, bravo" (A-I, n 23, l. B, 306, 308, 337)
"Io, si" (A-I, n 23, l. B, 340)
"Con te contenti" (B-IV, n 23, l. B, 346)
D. Chiedo chiarimenti.
R. "Grazie" (A-I, n 23, l. B, 354)
"Cos" (B-II, n 23, l. B, 366)
"Dettalo. C' gi tutto" (A-I, n 23, l. B, 371)
"S, tutto" (B-II, n 23, l. B, 379)

21 maggio 1995 (ore 15.30)
D. Che ne pensate di queste feste? (Oggi a San Severo la festa patronale della Madonna del Soccorso).
R. "Anche qui" (B-II, n 23, l. B, 414)
"S, lo " (A-III, n 23, l. B, 434)
"Anche tu...preghiamo" (B-II, n 23, l. B, 437-8)
D. Un bacione.
R. "Io t'aiuto", "Mano" (B-II, n 23, l. B, 449-50)

28 maggio 1995 (ore 9). Per radio.
Sintonizzo la radio su una stazione ucraina. In quella lingua viene annunciata l'esecuzione del brano "O bone Jesu" di P. L. da Palestrina. Il pezzo che viene registrato su nastro assume invece tutt'altro significato e, per giunta, in italiano:
R. "Con noi qua gloria a Lui Ges- Alleluia. Alleluia.
Dai lu(ce), Ges, entra in lui. Alleluia. Alleluia." (Coro, n 23, l. B, 609-24)


Qualche giorno dopo (11 giugno 1995) terminata la mia esperienza con le "voci"
(Fine-3).
 

.:Statistiche:.

Visite: 50398
Visite in questo mese: 0
Visite Oggi: 0