La legge del deserto
Le Opere - Narrativa
 Image “N. Michele Campanozzi è uno scrittore che ha una sua indole di narratore dal sicuro taglio stilistico, orientato alla chiarezza e all'incisività. Il periodare corre veloce a dare contezza delle cose dette o rappresentate (rivisitazione di quasi un trentennio di storia italiana e non solo: 1944-1970): qui è la sua originalità e il suo pregio. In tutte le situazioni narrate dall'Autore si evince una grande persuasione stilistica e una limpida finezza di prosa quasi lirica, caratterizzata da una evidente e tenace aderenza alle cose. Quando il ricordo si fa struggente, allora la sua penna si arresta e sa affidarsi ad una sintassi, che rivela totalmente il dramma esistenziale dell'uomo moderno. La legge del deserto è un romanzo che si fa avanti con senso di grande discrezione e con preciso impegno umano.” (Giuseppe De Matteis, Università di Pescara)

Principali recensioni: Carlo Bo, Giuseppe De Matteis, Maria Marcone, Pasquale Soccio, Rossella Lovascio, Giuseppe Stoico, Nicola Basso, Michele Urrasio, Pasquale Infante, Elena Celso Chetoni, Vittoriano Esposito

 

Anno di pubblicazione: 1991

Editore:
Bastogi

Città:
Foggia

Pagine:
177

Prezzo:
L. 18.000